Come scegliere il vostro pet

…Tra poco sarà Natale…

E in molte famiglie complici le insistenze dei bambini e degli adolescenti verrà il desiderio di accogliere tra le mure domestiche un animale d’affezione. Non importa che sia cane, gatto, coniglio, criceto, pesce rosso tanto per nominare i più comuni; l’importante è che siate tutti d’accordo su quale genere di animale o animali fare entrare nel vostro nucleo familiare, avendo ben chiaro l’impegno che ne deriva ( cure veterinarie,alimentazione corretta, fabbisogni, comportamento con l’uomo- sia adulto sia con i bambini/e- eventuali rapporti tra specie differenti es: cane VS gatto oppure convivenza tra razze di cani da salotto e cani da difesa-). Non è trascurabile nemmeno il fattore di avere già in casa un pet adulto e di scegliere di fare entrare un cucciolo della stessa razza. Dovranno imparare a conoscersi, a dividere gli stessi ambienti e sopratutto le vostre amorevoli attenzioni!

Ecco alcune considerazioni che possono esservi utili per una scelta consapevole:

Ricordate ai vostri figli/e che :

1. il “cucciolo “ non rimarrà tale in eterno, crescerà e diventerà adulto proprio come loro e che ogni animale ha un’attesa di vita media in base alla specie d’appartenenza;

2. il cucciolo non è un pupazzo: lo devono rispettare come essere vivente e senziente;

3. il cucciolo non potrà essere sempre portato a casa dei loro amici: non tutti hanno una casa grande o uno spazio esterno a disposizione, in caso di consenso da parte della famiglia ospitante, dovranno essere in grado di provvedere da soli se “fa i bisognini” o necessita di acqua fresca;

4. non possono “spegnere” il pet a comando come se fosse un video gioco;

5. recatevi insieme a scegliere un veterinario/a di fiducia che potrà prima dell’acquisto del vostro pet dispensarvi gratuitamente tante informazioni utili per il benessere di tutti;

6. valutate insieme a loro se sia più opportuno rivolgersi ad un negozio di animali, in un allevamento oppure in un canile o in un gattile ( ci sono anche molti pet adulti bisognosi di affetto e cure);

7. comportamenti e ruoli da stabilire nei periodi di vacanza ed in vacanza: eventualmente considerate per tempo se non potete portarlo con voi, di mettere il vostro pet in pensione per animali per il periodo della vostra assenza da casa oppure di avvalervi dell’ aiuto di una persona di vostra fiducia che si occupi del vostro “amico” preferibilmente in casa vostra in tale periodo. Se si optasse per l’abitazione della vostra persona di fiducia è bene che il pet si abitui al nuovo habitat poco alla volta evitando cosi spiacevoli inconvenienti.

Stefania Isabella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...